Posizionamento organico sui motori di ricerca: i segreti della SEO

Posizionamento organico sui motori di ricerca: i segreti della SEO

La promozione di beni e servizi online al giorno d’oggi è diventata indispensabile, così come il posizionamento sui motori di ricerca, che fa davvero la differenza per essere primi su Google (approfondisci qui https://www.gianpaoloantonante.it/come-pubblicizzare-un-sito-web/).

Diverse imprese stanno iniziando a curare la loro brand identity online, in particolare il mondo del turismo e le strutture ricettive hanno sperimentato un vero e proprio boom grazie al web marketing. Per persuadere i clienti all’acquisto del servizio, nello specifico, ogni sito ha bisogno di far crescere il traffico di utenti, aumentando il proprio posizionamento organico sui motori di ricerca.

Per arrivare a quest’obiettivo esistono diverse strategie, ben lontane dal passaparola a cui si assisteva negli anni passati e oggi sempre più precise ed efficaci.

Scrivere in ottica SEO

L’algoritmo di Google ha bisogno di conoscere l’argomento di cui si parla nel sito; ma come aumentare la visibilità su Google? Per aiutare il motore di ricerca a far trovare il sito online occorre prestare attenzione ad alcuni accorgimenti. In primo luogo va studiata la SEO: l’acronimo sta per Search Engine Optimization e consiste nell’ottimizzazione dei contenuti a misura dell’algoritmo, al fine di comparire per primi su Google.

Per effettuare una buona analisi seo ci si può avvalere di diversi strumenti che mirano a definire il punteggio relativo all’ottimizzazione, massimizzando la funzione dei siti web. Nel caso delle strutture ricettive si possono utilizzare termini come vacanza, relax, divertimento e i relativi sinonimi, inserendo di tanto intanto dei link esterni per creare una rete di argomenti riconosciuta dal motore di ricerca.

Da non sottovalutare è la ricerca delle parole chiave; sul web esistono diversi consigli e guide su come scegliere le keywords giuste per farsi trovare in poco tempo e comparire nei primi posti dei risultati di ricerca di un potenziale acquirente.

Promuovere sul web: tutti i vantaggi

Il mondo del marketing è profondamente cambiato negli ultimi anni: da una comunicazione basata soprattutto sul passaparola e sulle gigantografie per strada si è gradualmente passati ai social media, i portali web dedicati e i siti in cui è possibile consultare tutte le informazioni più importanti su prodotti e servizi.

A differenza del marketing promosso attraverso i portali, che prevede la trattenuta di una commissione, la promozione attraverso le pagine social e i siti web permette al cliente di avere un rapporto diretto con la struttura, avendo così la possibilità di avere un prezzo personalizzato e una prenotazione con un numero minore di filtri. Dal canto loro, i portali consentono alle strutture ricettive di dichiarare subito la propria fascia di prezzo ed è possibile inserirli in qualsiasi pagina web con pochi click.

La promozione effettuata attraverso i social, i siti e i portali risente in ogni caso di un altro importante fattore, ovvero la concorrenza: se non ottimizzati, i contenuti perdono visualizzazioni e di conseguenza appeal nei visitatori. Per quanto riguarda i social media in particolare, occorre tenere conto anche degli algoritmi che in linea di massima tendono a preferire i contenuti che creano maggiori interazioni.

Affidarsi a dei professionisti, chiedendo una consulenza o impegnandosi in corsi formativi è la soluzione ideale per promuovere strutture ricettive ma non solo. Ogni azienda che intenda crescere e rivolgersi a un preciso target di mercato dovrebbe tener conto del meccanismo online, che può premiare o penalizzare a seconda del modo in cui lo si utlizza. Un ruolo di primaria importanza in ogni caso è rivestito dalla SEO, infatti un contenuto non ottimizzato in quest’ottica ha davvero poche probabilità di generare molto traffico e quindi di attrarre potenziali clienti. I contenuti sono utili nella misura in cui generano un certo numero di vendite; le analisi SEO sono fondamentali per il web marketing e servono proprio a questo scopo.

L’uso di tecniche persuasive, immagini accattivanti e offerte sui soggiorni è infatti inutile se i siti o i portali non vengono visualizzati da nessuno.

Importante è anche la creazione di una newsletter, che possa allo stesso tempo tenere aggiornati i potenziali clienti e fidelizzare quelli già acquisiti.

Torna in alto